Un po’ di tutto per tutti    

        Apparizioni mariane 24

PHILIPPSDORF (BOEMIA). Philippsdorf è un villaggio della Boemia settentrionale, fondato nel 1681 dal conte Philipp Siegmund di Dietrichstein. Maddalena Kade (31 anni) nata in questo villaggio, era affetta da molti anni da una serie d'infermità molto gravi. Orfana, viveva con il fratello Giuseppe di 34 anni, la moglie Cecilia e con i 5 figli. Il 13 gennaio 1866 alle due di notte, Maddalena era nel letto e non poteva parlare per l'estrema debolezza. La vegliava una sua cara amica. L'ammalata si soffermò a contemplare il ritratto della Madonna Addolorata sulla parete di fronte al letto. Alle 4 Maddalena improvvisamente chiamò l'amica e disse, agitata: «Guarda che splendore! Guarda che splendore!». L'amica guardò ma non vide nulla. Maddalena fu la sola privilegiata: al centro dello splendore vide una Signora vestita di bianco, con un diadema d'oro tra i capelli, vicinissima al letto. Maddalena tremò di gioia e capì di aver ricevuto una visita della Santa Vergine Maria! La Madonna mosse le labbra e silenziosamente le disse: «Figlia mia, da adesso sei guarita!», e poi scomparve. L'inferma subito poté alzarsi e constatare che era completamente guarita. Una commissione vescovile esaminò l'avvenimento miracoloso dell'improvvisa guarigione e ne riconobbe il carattere soprannaturale. Nel periodo tra il 1870 e il 1885 fu costruita una chiesa neoromanica che venne elevata a basilica minore dal papa, fu consacrata e ufficialmente dedicata a Maria «Aiuto dei cristiani». Frattanto nel 1884 era stata posta la prima pietra del convento dei redentoristi che, l'anno seguente, assunsero la custodia della chiesa e la cura dei numerosi pellegrini. Nel 1905, il 10 dicembre, Maddalena Kade morì a Gerorgswalde ed ebbe funerali solenni. Aveva venduto tutto per collaborare alle spese di edificazione della chiesa-santuario. Nel 1886, il 13 settembre, a Kathenhof, una madre avvolgeva tristemente le gambe del suo bambino, destinate all'amputazione, nella stoffa di lino che aveva deposto ai piedi della Madonna a Philippsdorf. Il bambino avvertì una forte sensazione di calore e dopo 3 giorni fu completamente guarito. Questo fanciullo diventerà sacerdote missionario nella congregazione dei verbiti, in Olanda. Nello stesso anno, il cappellano don Francesco Storch disse di aver composto ben undici fascicoli di grazie ricevute e guarigioni miracolose mediante l'intercessione della Madonna venerata a Philippsdorf. 

KIRCHDORF (AUSTRIA). Maria SS. apparve sei volte, tra il 25 gennaio 1867 e il 12 febbraio 1868, alla serva Teresa Steindl. Nell'ultima apparizione Teresa udì la voce di Maria che la esortò ad adoperarsi per la conversione dell'umanità. La Madonna apparve alla veggente quasi sempre in silenzio, non parlò molto alla ragazza, ma disse solo poche parole cariche di significato: «... Se l'umanità vorrà ancora resistere alla conversione si verificherà una grande desolazione e molte sciagure... Molti fulmini cadranno dal cielo e molte abitazioni saranno avvolte dalle fiamme. Poi cadranno le tenebre della triste notte...».

ZARWANYCJA (POLONIA). Un'icona raffigurante la beatissima Madre di Dio manifestò poteri taumaturgici. Molta gente che si inginocchiava e pregava nel profondo del proprio cuore, implorando la misericordia di Dio per mezzo della Vergine, guariva improvvisamente. L'immagine miracolosa fu incoronata e si sviluppò un intenso pellegrinaggio. Dopo un certo tempo venne scoperta nelle immediate vicinanze una fonte di acqua sorgiva con grandi poteri taumaturgici. 

BOIS D'HAINE (BELGIO). La Madonna apparve la prima volta il 15 aprile 1868 a Luisa Lateau(1850-1883). La mistica aveva servito eroicamente gli ammalati di peste nel 1866. Dopo questa prima apparizione della Madonna, Luisa fu privilegiata da altre numerose grazie mistiche per mezzo delle quali incontrò Gesù Cristo, la Vergine Maria, gli Angeli e i Santi. Inoltre la serva di Dio ebbe moltissime visioni e ispirazioni interiori. Fu stigmatizzata e ogni venerdì le piaghe sanguinavano. Dal 1871 visse senza alcuna alimentazione. Le sue Stigmate furono esaminate scrupolosamente da medici e autorità ecclesiastiche, infine vennero dichiarate indefinibili.  

TSUWANOCHO (GIAPPONE). Nella regione di Ometognè si trovava recluso Giovanni Battista Yasurtaro, un cristiano di Nagasaki. Come narra la tradizione, verso la fine dell'anno 1869 gli apparve la Beatissima Vergine Maria, Madre di Dio, ogni notte e per un lungo periodo di tempo; lo consolò e lo benedisse maternamente. 

EUPEN (BELGIO). Una ragazza, nata muta, si recò con sua madre e una conoscente alla chiesa dei cappuccini di Eupen per una novena. Esse pregarono di fronte a una statua della Madonna con il Bambino. Il nono giorno, rientrando a casa dopo la novena, la ragazza salutò i suoi genitori facendo sentire per la prima volta la sua voce. I genitori rimasero profondamente stupefatti. Il giorno seguente con calma la ragazza raccontò loro che, mentre era in chiesa, aveva visto la Santa Vergine accanto alla statua. La Madre di Dio, avvolta in uno splendore celeste, l'aveva guarita silenziosamente con un semplice cenno della mano. Durante l'apparizione non aveva potuto muoversi e nemmeno pensare per alcuni istanti. I genitori informarono il parroco della chiesa che registrò l'apparizione taumaturgica. 

LOIGNY (FRANCIA). Il generale de Sonis, comandante degli zuavi pontifici, era un fervente devoto al culto di Maria SS. Venne ferito gravemente nella battaglia del 2 dicembre, nello stesso luogo in cui, nel 1429, Giovanna d'Arco mise gli Inglesi in fuga. Mentre il generale languiva tra le forti sofferenze gli apparve la Santa Vergine Maria per consolarlo. 

METZ (FRANCIA). Il 9 novembre 1870 a Metz, come racconta la tradizione popolare, un fanciullo di 8 anni ebbe una breve apparizione di nostra Signora di La Salette. 

NANCY (FRANCIA). La cappella del convento Maison de Secours fu un luogo di culto prescelto dalla Madre di Dio per apparire ai fedeli. Apparve alcune volte tra il 20 novembre 1870 e il 1872. In questo periodo, molti fedeli in preghiera nella cappella videro la Madre celeste in silenzio e per alcuni istanti. 

WALSCHBRONN (FRANCIA). Barbara Conrad era una fanciulla di nove anni affetta da una grave malattia. Ricevet te dalla Santa Vergine Maria la grazia di un'apparizione la domenica delle Palme del 1870, poi ancora una volta, un anno dopo nello stesso periodo. Improvvisamente, dopo queste apparizioni, Barbara guarì dalla grave malattia. 

CHAPPELES (SVIZZERA). Maria apparve due volte alla ventunenne Marie-Frangoise Decotterd. La veggente era gravemente malata fin dalla nascita e continuava a soffrire. Il 4 aprile 1871 la Madre celeste le apparve per la prima volta ed esortò l'ammalata a dedicare la sua vita di sacrificio e di espiazione al servizio di Gesù Cristo e alla salvezza delle anime del mondo. La seconda volta le apparve il 9 maggio 1872 e le preannunciò la fine delle sue sofferenze e il trapasso nel mondo celeste. 

LOCHERBODEN (AUSTRIA). Maria Kalb giaceva da 7 anni a letto a causa di una malattia inguaribile. La Vergine Maria, mossa a compassione, le apparve mostrandole una grotta nella zona di Motz nell'Oberinntal. L'inferma si fece portare in quel luogo e subito guarì. Su un masso vicino all'ingresso della grotta del miracolo era appesa una copia di Maria, Nostra Signora del Soccorso; il ritratto era stato portato da un montanaro devoto alcuni anni prima. La notizia della guarigione e dell'apparizione si diffuse nei dintorni e subito accorsero vi numerosi pellegrini. Tempo dopo fu costruita, in memoria dell'avvenimento narrato, una chiesa neogotica che venne consacrata nel 1901 quando furono notati fenomeni luminosi miracolosi. La copia di Maria del Soccorso fu posta sull'altare maggiore e la roccia dell'in-gresso della grotta fu sistemata nella cappella, con un rilievo ligneo della Madre di Dio che indossa un mantello d'oro. 

PARIGI (FRANCIA). Suor Teresa Emmanuel de la Mère de Dieu (Katharina O'Neil, 1816-1884), nata a Limerick (Irlanda), fondò con madre Maria Eugenia di Gesù, nel 1839, la Congregazione de l'Assomption di Parigi. Morì a Cannes nel 1884. Ebbe per 45 anni contatti celesti con visioni e contemplazioni, specialmente dopo la fondazione della Congregazione. Il 5 dicembre 1871 le apparve la Santa Vergine Maria e le mostrò l'immagine di un futuro esercito mariano con l'Immacolata Concezione sulle sue bandiere.  

PONTMAIN (FRANCIA). Pontmain nel 1871 era un casale abitato da alcune decine di persone. Il 17 gennaio 1871, tutti temevano l'arrivo dell'esercito prussiano (a causa della guerra franco-prussiana in corso) ed erano chiusi nelle loro case. Nevicava ed era quasi sera; Eugenio Berbedette di 13 anni, figlio di un contadino, osservava il cielo. A un tratto, sulla casa vicina, vide qualcosa che si muoveva:era una Signora che indossava una veste di colore azzurro scuro, cospar sa di stelle d'oro e priva di cintura, e portava un'alta corona. Era in piedi e aveva le mani abbassate con le palme aperte e rivolte in segno d'accoglienza. Eugenio chiamò altra gente, presto si raggrupparono in quel posto circa 60 persone. La maggior parte di essi non riuscivano a vedere 1'apparizione; altri invece, privilegiati, la videro; erano soprattutto ragaz zini: il fratello di Eugenio di 11 anni,Giuseppe;Francesca Richer,di 11 anni;Giovanna Maria Lebossé,di 9 anni; Eugenio Friteau, di 6 anni; Agostina Boitin, di 2 anni; Augusto Avice, di 4 anni. Solo i primi 4 veggenti furono ritenuti ufficiali dalla commissione ecclesiastica, gli altri furono giudicati troppo piccoli di età. Tutti però videro un segno in cielo che si manifestò chiaramente: 3 grandi stelle messe a forma di triangolo che restarono immobili in cielo e fisse, sebbene le altre stelle si muovessero. Poi la figura della Signora divenne più grande e una scritta divenne visibile: «Pregate figli miei, Dio vi esaudirà! Mio Figlio si lascia intenerire». Tutti intonarono il Magnificat e pregarono solennemente. Poi i veggenti videro la Madonna rattristarsi, una croce rossa con un Cristo dello stesso colore era apparsa davanti a lei... la teneva con le due mani leggermente inclinata verso di loro; in cima alla croce una striscia bianca portava in lettere rosse il nome di Gesù Cristo. La Vergine guardava la croce di suo figlio e le persone, le sue labbra tremavano. I fanciulli furono colpiti dallo sguardo triste che rivolse al Crocifisso. Le sue labbra si mossero ancora nella preghiera interiore. L'appa rizione era durata poco più di 3 ore. Tutti rimasero assorti a lungo in preghiera, incuranti del freddo pungente della notte. Frattanto, proprio tra le 6 e le 9 di sera, a Sannt-Brieuc, nella cappella di Nostra Signora della speranza, i fedeli di quella città facevano un voto alla S.Vergine per la liberazione dall'invasione prussiana. Questo gli abitanti di Pontmain non lo sapevano. Nella stessa notte, tra il 17 e il 18 gennaio, le truppe prussiane presero la via del ritorno. Come aveva previsto il pio parroco di Pontmain, illuminato da Maria, i trentotto abitanti di Pontmain andati in guerra fecero tutti ritorno. In questo casale si riversarono migliaia di pellegrini e tra gli altri, suor Leonia Pigeon, che appena si avviò verso la statua della Madonna, eretta in quel luogo, riacquistò l'uso delle corde vocali, perduto tempo prima, e poté cantare con gli altri pellegrini l'Ave Maris Stella. Il vescovo competente fece esaminare a fondo tutto il caso e nel 1872 annunciò l'autenticità dell'evento miracoloso. Nel 1873 iniziarono i lavori per la costruzione di una basilica, che fu consacrata nel 1900. La basilica di Pontmain è meta dei pellegrini e centro degli incontri mariano-ecumenici.  

MARIA DOLINA, POGGERSDORF (AUSTRIA). La Santa Vergine Maria apparve in qualità di Immacolata Concezione il 17, il 18 e il 19 giugno a tre pastorelle, per preparare la popolazione all'annuncio del dogma (1854). Iniziò così l'affluenza dei pellegrini e in mezzo al bosco, proprio dove era apparsa l'Immacolata Concezione, venne eretta una cappella di legno. La chiesa, iniziata nel 1861, non fu mai terminata. Un pittore locale dipinse un quadro chiamato Madonna del Bosco, ispirandosi alle descrizioni delle tre pastorelle. Questo dipinto divenne un'immagine della grazia che ispirò la fede e la devozione di molti. 

RIMINI (EMILIA ROMAGNA). A maggio e giugno il dipinto della Madonna chiamato Nostra amata Signora della Misericordia diede segni miracolosi. Un gruppo di devoti vide gli occhi di Maria SS. muoversi. Contemporaneamente si manifestarono alcune guarigioni miracolose. 

MADRID (SPAGNA). Maria SS. apparve al padre gesuita Dídacus Mendoza, lo rinforzò e lo consolò nella fede. 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 910 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35  - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 4142 - 43 - 44 - 45 - 4647 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61