Un po’ di tutto per tutti    

          Apparizioni mariane 55

MELLERAY (IRLANDA). Nel 1985, secondo le cronache locali, in una grotta consacrata alla Madonna di Lourdes, nel 1982, si sarebbero manifestati alcuni avvenimenti soprannaturali di una certa rilevanza. Il 16 agosto 1985 si ebbero alcune apparizioni della Santa Vergine nella grotta. Le apparizioni durarono fino al 24 agosto e diversi segni meravigliosi si ebbero ancora nell'anno successivo. La grotta, sita nell'Irlanda meridionale, nella contea di Waterford, è ancor oggi meta devozionale di pellegrini. Il motivo per cui Maria si è manifestata agli Irlandesi è stato spiegato dalla Vergine stessa con queste parole: «Voglio che il popolo irlandese diffonda il mio messaggio al mondo! Il mondo ha dieci anni di tempo per convertirsi». La storia - Nel 1969 fu progettato un luogo devozionale da dedicare alla Madonna di Lourdes. A questo scopo fu utilizzata una grotta del posto. Nel 1980 iniziarono i lavori. Lo scultore O'Donnell scolpì una statua della grandezza di un metro e quaranta raffigurante la Madonna di Lourdes. La grotta preparata per il culto mariano venne affidata poi al vicino convento cistercense di Mont Melleray e fu visitata da molti devoti dei dintorni, che presero l'abitudine di recitare il Rosario dinanzi a questa statua. La sera del 16 agosto 1985 la famiglia O'Rourke (genitori e quattro figli) si recano a Melleray per partecipare alla consueta recita del Rosario. La figlia diciassettenne, Ursula, nota per prima che la statua della Madonna inizia a muoversi. I genitori frattanto si sono avviati verso la macchina mentre le sorelle più piccole giocano vicino al ruscello che si trova nei pressi della grotta. La ragazza si genuflette dinanzi alla Madonna con le lacrime agli occhi e le mani congiunte in atto di sincera devozione. Ursula domanda alla statua perché abbia scelto proprio lei per farsi vedere vivente e se la Vergine può benedire la sua famiglia. La lunga veste bianca della statua ora è mossa dal vento, poi il viso della Madonna si apre per un istante in un sorriso benevolo per ritornare immediatamente come prima. L'apparizione è durata cinque minuti. Ursula racconta la vicenda alle sorelle e ai fratelli; tutti tornano indietro incuriositi per vedere anche loro il fenomeno, ma restano delusi; adesso tutto è normale, non vedono nulla. Solo il fratello maggiore, John, crede di vedere i tratti del volto della Madonna muoversi leggermente. Tutta la famiglia ritorna allora a casa, commossa e toccata dall'episodio.  Il 17 agosto la signora Breda Coleman si reca con due figlie alla grotta. Appena iniziano a recitare l'Ave Maria vedono che la statua della SS. Vergine diviene, a poco a poco, sempre più radiosa. La luce che la statua emana è intensamente bianca e tutta la grotta sembra esserne irrorata, vedono che i tratti del volto della Vergine mutano, lentamente e per alcuni istanti, in quelli di Gesù Cristo, per ritornare subito come prima. Questa breve trasformazione, che evidentemente è frutto di un'energia invisibile e molto sottile, viene osservata solo dalla madre e dalla figlia Sandra(13 anni), mentre l'altra figlia, Caroline (6 anni) non nota nulla. Molto emozionate dalla visione, restano ancora alcuni minuti in preghiera davanti alla statua. Poi se ne vanno. La donna, attratta dalla grotta, ritorna con tutti i suoi sei figli alle 17. Dopo aver pregato fervidamente tutti i componenti della famiglia hanno delle visioni. In particolare il figlio Liam Coleman (14 anni), che asserirà di aver visto il viso di sua madre venire irradiato da una luce nitidissima di provenienza ignota e di averlo visto mutare per un solo istante in quello di Maria e di Gesù. La famiglia, stupita, confusa e fortemente emozionata, rimane in contempla zione nella grotta per quasi due ore. Presto la notizia degli eventi straordinari si diffonde in tutta la zona circostante e dopo poco accorrono curiosi e devoti da tutte le parti senza interruzione, fin nel cuore della notte. Tra questa gente c'è anche la coppia O'Rourke. Verso mezzanotte molti fedeli, che sono rimasti nella grotta assorti in preghiera, sono certi di aver visto la statua di Maria aprire le mani leggermente e tenderle verso la terra. Questo fenomeno dura solo pochi istanti.  La domenica del 18 agosto, verso mezzogiorno, le famiglie Cliffe e Lyons si recano alla grotta. La signora Lyons e sua figlia diciottenne vedono, al posto della statua di Maria, Gesù con una veste bianca, una barba folta e nera e i capelli lunghi sino al collo; ha un mantello bianco e le mani sono congiunte, come se fosse in preghiera, le labbra sembrano muoversi appena. Gesù è nella penombra ed è Lui adesso la statua vivente; non appena esse dimostrano turbamento di fronte a quest'apparizione, d'incanto tutto torna al suo posto:la statua della Madonna viene vista di nuovo come prima.  Dopo qualche tempo, un altro episodio straordinario attesta ulteriormente la presenza attiva in questa grotta della Santa Vergine: l'estasi del contadino Michael O'Donnell. Costui, in uno stato di smarrimento interiore, cade in estasi e viene trovato così nella grotta dal signor Cliffe e da suo fratello. O'Don­nell narra di aver visto la statua della Madonna muoversi e dirigere lo sguardo verso la moltitudine dei fedeli che si trovava lì in quel momento, contemporaneamente aveva sentito sussurrargli nell'orecchio: «Considera la domenica come giorno dedicato alla preghiera».  Il 19 agosto Barry Buckley di undici anni con suo cugino Tom Cliffe e sua madre si recano alla grotta verso le ore 17; durante la preghiera vedono il volto della statua animarsi e lacrimare, contemporaneamente odono, per locuzione interiore, pronunciare la raccomandazione: «Mantenetevi buoni!». Allora i ragazzi le domandano perché è triste e piange: Ella risponde che la causa del suo pianto risiede nel fatto che si prega molto poco. La Madonna desidera le preghiere. Così, quando i veggenti comunicano il desiderio della Vergine ai fedeli, tutti iniziano a recitare il S.Rosario. Alcuni vedono anche la Madonna pregare, notano però che Ella non pronuncia nella preghiera il suo nome. La grotta si riempie d'un tratto di luce armoniosa. Mentre gli altri recitano il Rosario, Barry e Tom hanno due chiare visioni. Nella prima vedono la Madonna con i 12 apostoli, 6 per ogni lato. Nella seconda vedono Gesù seduto a un lungo tavolo in una grande sala che rimprovera e ammonisce qualcuno seduto vicino a lui. Appena Tom comprende che si trattava di lui scoppia in un forte pianto. Poi sente la voce della Madonna consolarlo.  La Madre di Dio appare adesso indistinta e lontana, solo la testa e le spalle sono chiaramente visibili.  Ursula O'Rourke, che si trova anch'essa in quel luogo, prega i due veggenti di domandare alla Madonna quanto tempo sarebbe rimasta in quel luogo; a questa domanda la Vergine risponde: «Per un po'».  Frattanto giungono alla grotta moltissime persone che si uniscono alle altre nella recita del Rosario. I due giovani restano assorti anch'essi in preghiera, poi hanno un'altra visione: la Santa Vergine in cima a una scala e rivolgen dosi a loro dice: «Ho un messaggio», così dicendo scende alcuni scalini per avvicinarsi ai giovani. La Vergine ha una veste bianca con una larga cintura celeste e sandali marroni. I suoi capelli luccicano come se fossero d'oro, vi ha puntata una bellissima rosa. Ai lati della scalinata fioriscono rose di diversi colori. Maria allora li precede al ruscello fuori della grotta e infine dice: «Il mio messaggio è pace e preghiera. Comunicate alla gente che quest'acqua è benedetta».  Quando Tom fa per toccarla, esclama: «No!» e sale in cima alle scale in un istante. Si rivolge allora di nuovo ai due con un ammonimento: «Dio è in collera verso il mondo. Gli uomini devono convertirsi e pregare. Il mio messaggio è valido per tutto il popolo di Dio e la sua Chiesa. L'umanità ha tempo ancora 10 anni per migliorare e pregare, in caso contrario l'ira di Dio non potrà essere evitata».  Dopo quest'avvertimento la Vergine scompare e i due fanciulli vedono scorrere dinanzi ai loro occhi un'altra visione: il ruscello di prima si muta in un grosso fiume, la recinzione in una diga di sbarramento. Più lontano vedono degli uomini occupati nella costruzione di una nave rudimentale a tre piani, nella quale riconoscono l'Arca di Noè. Inizia a piovere e molti animali entrano nell'Arca. Noè e i suoi sono già dentro. Molta gente lavora da molto tempo per erigere la diga quando improvvisamente una grande massa d'acqua la infrange e in un istante travolge gli uomini e l'Arca. Poi hanno una visione della dolorosa passione di nostro Signore Gesù Cristo e un'altra su Maria. Infine cadono in ginocchio e pregano tremanti di commozione.  Appello alla fede: visioni bibliche dei veggenti (20 agosto) - Verso le ore 20, Barry, Tom e Ursula si incontrano per caso vicino alla grotta. La Santa Vergine appare di nuovo ai due fanciulli prescelti e inizia a pregare con la massa dei fedeli nella grotta. I veggenti sentono la Madre di Dio pronunciare delle parole in irlandese. Dopo la recita di alcuni Rosari la Madonna dice: «Io amo il popolo irlandese. Perciò insieme con questi fedeli supplico il Padre celeste di perdonare i peccati di questo popolo. Io desidero che il popolo di questa terra diffonda il mio messaggio al mondo. Il mondo deve convertirsi; se la gente si converte e prega, Dio salverà il mondo e l'Irlanda. Io desidero che la gente apprenda il mio messaggio da voi. Si deve pregare di più. Si deve andare più spesso alla santa Messa e ricevere il Corpo di mio Figlio più spesso nella santa comunione. Io mi auguro che gli uomini ritrovino la fede.  Il mondo ha ancora dieci anni per migliorare e salvarsi nella redenzione. Desidero anche che la gente la smetta di parlare male e di prendersi gioco di me».  Il messaggio della Madonna è sempre intervallato dalle preghiere e dai canti di lode dei fedeli ai quali Ella prende parte. I fanciulli ricevono ancora estatiche visioni su avvenimenti biblici, in particolare vedono Gesù mostrare le sue piaghe a Tommaso invitandolo a toccarle. Infine le visioni cessano e riprendono a pregare. Al termine la Madre di Gesù appare loro ancora un istante e li invita ad andare a casa: «Domani vi rivedrò ancora!». La sera del  21 agosto alcune migliaia di persone si sono radunate nella grotta e la massa che è rimasta fuori dalla grotta preme per entrare. Maria SS., per mezzo dei veggenti, prega i fedeli di intonare tutti insieme un inno mariano:Peace is flowing like a river (La pace scorre come un fiume). I veggenti intonano l'inno pur senza conoscerlo, mentre Ursula, che lo conosce abbastanza bene, lo canta euforica. Più tardi la gente passa perfino un altoparlante ai veggenti per fare in modo che tutti possano udire la volontà della Vergine.  Dopo che tutti hanno cantato questa melodia, i due veggenti si preparano a ricevere, in un'estasi profonda, queste parole di Maria: «Io vi ringrazio per il canto, adesso desidero che si continui a pregare. Dio è contento dell'Irlanda. L'Irlanda sarà salvata. Il mio desiderio è che questo popolo diffonda il mio messaggio nel mondo. Io prego per i malati e li benedico. Vorrei che Ursula vi potesse essere d'aiuto, sono contenta di voi tre. Fate in modo che la gente abbia fede in voi. Il mondo deve prendervi in considerazione. Io desidero che il mondo mi sia devoto e metta in giusta pratica i miei messaggi.  Trasmettete nel modo corretto le mie parole all'umanità!  Il mio messaggio è pace e preghiera, ponete fine a ogni guerra e disastrosa lotta nel mondo!».  Appena la Madonna termina il suo messaggio, i fanciulli vedono l'arrivo dei Magi che seguono una grande stella fino alla grotta di Betlemme;hanno anche altre visioni bibliche. Mentre sono ancora in estasi profonda, la Madonna si rende visibile ai presenti in una veste dal colore scuro rosso-bruno con il Bambino Gesù tra le braccia. Quest'apparizione è la più importante perché la Madonna appare a un gruppo di persone per circa mezz'ora. Poi scompare lasciandoli commossi e assorti in fervida preghiera. Parla allora interiormente ai veggenti: «Molte di queste persone presenti mi hanno visto, spero che molti mi credano e restino fermi nella loro fede.  Non abbiate timore, farò in modo che non abbiate a patire. Il mondo si deve svegliare da solo alla fede.  Io desidero che anche la gente che è fuori, sulla strada, entri nella grotta, farò in modo che mi vedano in molti affinché credano!”. La notizia degli eventi miracolosi si diffonde sempre più: una massa crescente di pellegrini, curiosi, devoti e religiosi accorre da ogni angolo del paese e anche dall'estero per essere partecipe dei miracoli e vedere la Madre di Dio e molti si convertono. Il 22 agosto nella grotta e fuori, è presente una moltitudine di persone oranti in attesa di un'eventuale apparizione di Maria. Dopo che i fedeli hanno pregato per lungo tempo, appare loro, vicino alla statua di Lourdes, una colonna luminosissima di luce dove si distingue la figura della SS. Vergine. Viene vista da alcuni astanti e dai veggenti; la Madre di Dio porta un lungo velo nero, una profonda tristezza è ben visibile sul suo volto. Rivolta ai fanciulli dice: «Io sono profondamente triste, desidero preghiere! Il mondo si deve convertire alla fede cristiana. Se il mondo non si converte presto, Satana prenderà tutto in suo possesso e la Chiesa cadrà vittima della sua violenza. Avete dieci anni di tempo!».  Tom e Barry vedono improvvisamente comparire Satana mentre ride sarcastico: è alla sinistra di Maria che piange. Immediatamente i veggenti vengono aggrediti da attacchi convulsivi. Tom sente le sue orecchie come trapanate dal pungiglione di un grosso insetto; Barry si sente la gola bloccare da una sostanza compatta e pastosa, amara come il fiele. Dopo alcuni istanti tutto ritorna alla normalità, il demonio non è più vicino alla Madonna e le convulsioni e i dolori cessano. Sul volto della SS. Vergine appare di nuovo la letizia. I ragazzi rimangono profondamente turbati dalla apparizione del demonio. e così lo descrivono: la bocca era grandissima e portentosa, gli occhi penetranti e i denti gran- dissimi, il naso appuntito, le orecchie grandi e a punta, i piedi grandissimi con unghie animalesche, aveva due piccole corna, la parte inferiore del corpo ricoperta da peli rosso-bruni come quelli di un caprone. Era una figura ributtante e spaventosa! Il 23 agosto la Madonna appare ai veggenti nella grotta anche in questa sera. Come poi diranno i 2 ragazzi, la Vergine non fu chiaramente visibile nei tratti, ma indistintamente. Esorta i ragazzi a comunicare ai fedeli la necessità di recitare molti Rosari e di pregare sempre più costantemente e fervidamente per vincere il demonio. Dopo che i fedeli e gli astanti hanno pregato a lungo, dice: “Io voglio apparire in altri luoghi ancora a molte persone”. Il 24 agosto, alle ore 15, Tom ha un'altra apparizione della SS. Vergine. Per incarico di una suora, il veggente le domanda: «Siete la Madre di Dio?». Ella rispose affermativamente. Nelle settimane successive molte persone rimasero invano in attesa di altre rivelazioni e apparizioni della Madonna nella grotta. Dal 24 agosto non si manifestò più, ma molte persone continuavano a recarsi alla grotta e col tempo alcuni affermarono ancora di aver visto mutare il volto della statua di Maria in quello di Gesù o padre Pio e di aver visto figure di santi ma nessuno potrà mai sapere se queste affermazioni siano state sincere, cioè autentici fenomeni soprannaturali o solo il frutto della fantasia, influenzata dagli avvenimenti miracolosi dei giorni precedenti.  Il 4 maggio 1986 una processione con una Madonna di Fatima pellegrina raggiunse la grotta; allora le nuvole si dileguarono e comparve un sole meraviglioso, ma con la forma di un disco o di una grande ostia. Dal cielo calò lentamente fin sopra la grotta e vi rimase librante. Tutti videro il sole avvicinarsi, ma non accusarono intenso calore o altro. Tutti i presenti, a quel prodigio, caddero in ginocchio e si misero a pregare con fervore, altri piansero dall'emozione e dalla paura. Infine il disco solare si rigirò intorno al suo asse rapidamente e tornò indietro, a zig-zag, come per ripararsi dietro le nuvole. Il prodigio si ripeté più volte, a distanza di pochi istanti, dinanzi agli occhi quasi accecati dei pellegrini. Dopo questi prodigi la grotta si illuminò improvvisamente di una luce arancione-dorata; così restò per circa dieci minuti.  Segue a pag. 56.

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 910 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34  - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 4041 - 42 - 43 - 44 - 4546 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61