Un po’ di tutto per tutti    

                Apparizioni mariane 53

ZEITOUN, CAIRO (EGITTO). Alla periferia del Cairo, a Zeitoun, numerosi cristiani e mussulmani videro sulla chiesa copta, dedicata a Maria, la Santa Vergine accompagnata dagli Angeli. Ella apparve in qualità di «Madre della luce» il 2 aprile, giorno della Pasqua (il giorno della Risurrezione) per la Chiesa d'Oriente. Subito dopo quest'apparizione si manifestarono molte guarigioni miracolose e conversioni. Ci furono poi altre apparizioni mariane sotto il cielo stellato della sera. Queste però ebbero luogo sul campanile di un'altra chiesa, quella costruita nel 1925 non lontano da Mataria. Il 4 maggio 1968 il patriarca copto del Cairo, Cirillo VI di Alessandria, così si espresse:«Dichiaro, in piena fede, con fervente gioia e profonda riconoscenza verso il Cielo, che la "Madre della luce" è apparsa chiaramente visibile e per diverse notti... Dio ha voluto lasciare tutto questo certamente come segno di pace per il mondo e per il nostro paese, benedicendone gli abitanti».Il patriarca è la massima autorità vescovile della Chiesa copta. Dal concilio di Calcedonia ( 451) questa Chiesa sciolse l'unità con Roma, seppure i vescovi copti e i consacrati siano riconosciuti dalla Chiesa cattolica romana. Papa Paolo VI ha disposto che le ossa di S.Marco venissero riportate da Venezia al Cairo poiché secondo la tradizione locale questo luogo sarebbe stato la sua prima sede vescovile. Il patriarca cattolico Stefano I e il responsabile della Chiesa evangelista del Cairo hanno reso pubblicamente nota la veridicità delle apparizioni. Questa è l'unica volta nella storia che si è avuto un riconoscimento ecumenico di un'apparizione mariana! La prima apparizione ebbe luogo nella notte tra il 2 e il 3 aprile. Due meccanici notarono, primi fra tutti, una «suora vestita di bianco» sulla cupola della cattedrale. In seguito si verificarono molte altre apparizioni! A volte la Signora portava il velo e una lunga veste luccicante bianca e blu. Per salutare la massa, mosse le braccia e mostrò un ramo d'olivo. Altre volte apparve con una corona di luce sul suo capo e con il Bambino Gesù tra le sue braccia. Spesso sorrideva, ma qualche volta si mostra va triste. Durante queste apparizioni non parlò mai. Si videro inoltre le figure di grandi uccelli di colore argenteo volare intorno alla Madonna. Le apparizioni erano preannunciate da misteriose luci, come stelle cadenti. Migliaia di infermi incurabili furono improvvisamente e prodigiosamente guariti. Dall'autorità ecclesiastica venne subito istituita una commissione di medici e professori che esa­minò le numerose dichiarazioni, attestazioni e prove delle apparizioni e delle guarigioni miracolose. Seguì, il 4 maggio, la dichiarazione del patriarca copto. Più tardi si ebbero anche conferme dei superiori delle altre confessioni religiose. Roma ufficialmente non ha espresso alcuna opinione, mentre le comunità locali, tra le quali anche quella romana cattolica, riconobbero la natura soprannaturale delle apparizioni. 

FIRENZE (TOSCANA). Nell'appartamento di Sergio Miccenisi, un ritratto della «Madonna con il Bambino» iniziò a lacrimare sangue. Il sangue, che gocciolava dalla zona del cuore dell'immagine di Maria, venne poi esaminato e diagnosticato come vero sangue umano. L'immagine fu appesa nella sacrestia della chiesa dell'Oliveto di Firenze. L'avveni-mento fu esaminato per 2 mesi dal vescovo competente e si permise la devozione pubblica di tale immagine. 

LE FRÉCHOU (FRANCIA). Maria apparve il 15 agosto al religioso padre Jean-Marie (Roger-Paul) Kosik. A questa prima apparizione ne seguirono altre accompagnate anche da messaggi. Il venerdì santo del 1970, ricevette dalla SS. Vergine l'incarico di fondare un'associazione mariana. Il 19 settembre 1970 la Madonna lo istruì sul «Rosario eucaristi co».Nel dicembre 1970 sentì queste parole: «Se il mondo non si converte avrete la guerra!». Il 14 luglio 1977, ricevette un altro messaggio: «Per mezzo del S.Rosario, attraverso espiazioni e opere di misericordia, potrete evitare la guerra». 

LECCE (PUGLIA). Maria apparve spesso a Angelo Chiaratti (15 anni), quale «Immacolata Concezione». Con la prima apparizione, ricevette l'incarico di informare il vescovo dell'avvenimento. In conseguenza a questa comunicazione, che egli fece al vescovo, venne interrogato per quaranta giorni consecutivi in un convento e messo sotto osservazione. Il 23 di ogni mese il ragazzo ebbe altre apparizioni della Vergine, non più nell'appartamento dei genitori insieme ai quali abitava, bensì nei pressi di alcune rovine. Numerosi fedeli erano presenti alle apparizioni.

SESTO SAN GIOVANNI (LOMBARDIA). In una notte di marzo del 1970, la Santa Vergine apparve in sogno a Lucia Frascaria, nata nel 1920, e le diede il compito di riunire cinque vicine di casa per il giorno seguente alle ore 10. Tutte poi avrebbero dovuto attendere la sua apparizione. Infatti alle ore 10.30 del giorno se­guente Maria apparve, circondata di una luce dorata, e parlò con le sei donne del suo amore per il prossimo e della necessità della conversione dei peccatori. La Madonna preannunciò grandi ca­tastrofi naturali in un paese europeo marino, ma senza vittime grazie alla volontà di Dio. La catastrofe preannunciata dalla Santa Vergine sarebbe stata solo un segno ammonitore per favorire la conversione di questo popolo. Annunciò tra l'altro la prossima apparizione di un altro segno della potenza di Dio di carattere universale. Lucia Frascaria ricevette la grazia delle sante Stigmate e per mezzo della sua intercessione si manifestarono alcuni miracoli. Maria apparve a un'amica della veggente per affidarle l'incarico di promuovere la costruzione del santuario di Torremileto (Puglia) in suo onore.

MAROPATI (CALABRIA). Nell'appartamento dell'avvocato Gordiano fu visto del sangue colare da una copia del ritratto Nostra amata Signora di Pompei. Questo avvenne il 3 gennaio 1971. In maggio il fenomeno si ripeté ancora per alcune volte alla presenza di molti testimoni (tra i quali medici, avvocati e professori). In aprile si verificò la guarigione miracolosa di una bambina paralitica di tre anni, Pina Caloiero. Frattanto anche il parroco del luogo vide nel suo appartamento la statua della «Signora di Pompei» lacrimare sangue. 

PIENDAMO (COLOMBIA). La Madonna apparve su un albero il 14 maggio e il 12 ottobre a Dorita Lilia Nuiiez, una ragazza di 12 anni. Con l'acqua di una fonte, scaturita sul luogo dell'apparizione, la ragazza guarì molti malati in nome di Maria SS. e sempre Vergine. 

BRUXELLES (BELGIO). La Santa Vergine Maria apparve quasi quotidianamente per un certo periodo a una semplice casalinga che ricevette numerosi messaggi da lei e anche da Gesù. La veggente ebbe inoltre incontri mistici con i santi e le povere anime e ricevette indicazioni per conformare il mondo secondo la legge divina e per la fondazione della «nuova Terra». La maggior parte dei messaggi di Maria SS. In queste apparizioni erano diretti contro gli equivoci della Chiesa e della società. La Vergine Santa esortò vivamente la veggente a propagare tra la gente la necessità della conversione, della penitenza e della preghiera. 

BRUXELLES (BELGIO). Una sconosciuta, che fu chiamata dalla Santa Vergine «Ancella», venne benedetta da alcuni messaggi di Gesù e Maria SS. Questi messaggi furono trasmessi ad «ancella» nella forma della locuzione interiore e avevano quale contenuto la cattiva condizione di vita nella Chiesa, nei conventi e nel mondo. 

CINQUEFRONDI (CALABRIA). In casa di Bettina Jamundo, in via Prato, si vede lacrimare la statua della «Madre Addolorata». Molte persone che assistono al fenomeno restano impressionate e possono testimoniarlo. Per alcune notti di seguito si diffondono forti effluvi odorosi. Le lacrime, che sono analizzate nel laboratorio di Messina, vengono definite liquido lacrimale umano. Da allora ha inizio un grande afflusso di pellegrini e si verificano numerose guarigioni e conversioni, che attestano nel modo migliore l'autenticità dell'evento soprannaturale.

ITALIA. Anche se la veggente di questa vicenda è rimasta sconosciuta, come anche il luogo, noi abbiamo appreso la sua storia carismatica profondamente intrisa di fervente devozione mariana. La misura dell'uomo è il diario della mistica che sa­rebbe stato dettato a lei, parola per parola, da nostro Signore Gesù Cristo e dalla Madonna. Nel 1979 fu pubblicata anche una versione tedesca di questo libro. La storia presenta note­voli similitudini con quella di Gemma Galgani (cfr. Lucca, 1900), sia per il destino che per lo sviluppo mistico. La veggente sconosciuta era ancora una bambina di quattro anni quando perse la madre (alcuni anni dopo morirono anche il padre e due fratelli). Disperata per la morte di sua madre, trovò conforto nella Madre di Dio. Un giorno la bambina, assorta in contemplazione, percepì le parole della Beata Vergine Maria, che così le disse: «Io ti farò da Madre».La sua gioventù fu segnata da molte malattie: subì ben 17 interventi chirurgici. Queste infermità furono riconosciute solo in parte dagli uffici competenti. Fu costretta perciò a vivere in assoluta povertà.La donna ebbe alcune esperienze mistiche molto profonde che la condussero a votarsi come strumento espiatorio alla Madonna, dedicando le sue sofferenze alle anime del mondo. Quando divenne adulta incontrò un sacerdote che divenne la sua guida spirituale (sebbene parlasse un'altra lingua). Il prete esaminò per un lungo periodo di tempo la veggente e ne verificò spiritualmente la vita mistica; alla fine riconobbe in coscienza l'au­tenticità e la sincerità di tali esperienze e messaggi divini e le diede perciò l'incarico di tenerne un diario quotidiano. 

OLMES (PERÙ). La Santa Vergine Maria apparve alla tredicenne Teodora Gonzales come «Immacolata Concezione» su un albero di carrubo. La Madre di Dio supplicò la ragazza di dedicarsi seriamente a Dio e di recitare spesso il Rosario; poi annunciò altre apparizioni per il 31 maggio e il 18 luglio. Le apparizioni furono rese pubbliche e in quei giorni furono presenti circa 10.000 persone: tra queste, un prete, due professori e alcune autorità. Tutti poterono assistere ai segni nel sole, contemporaneamente si verificarono anche altri miracoli. Una terza apparizione si ebbe ancora nello stesso mese di luglio, il giorno 26, ma non se ne conoscono i particolari.

PURUARAN (MESSICO). Da settembre la vedova Gabina Romero-Sanchez fu benedetta dalla visita di «Maria del Rosario» che la esortò alla preghiera quotidiana del Rosario ed espresse il desiderio che si recitasse anche la preghiera del Santo Padre. La Madonna richiamò per mezzo della veggente i vescovi a essere veri pastori e custodi della fede e a guidare i preti al raggiungimento della personale santità. Infine Maria diede a Gabina la possibilità di dipingere un'immagine di quest'apparizione. Il parroco del luogo, percependo la buona fede e la sincerità di queste apparizioni, sostenne la veggente nella sua opera di diffusione dei messaggi mariani ricevuti. La Madre di Dio espresse inoltre il desiderio che venisse fondata una congregazione femminile a Puruaran. Nonostante la decisione dell'Ordinariato ecclesiastico competente di respingere i fenomeni come manifestazioni non autenticamente soprannaturali, giunsero in questo luogo molti pellegrini da tutto il mondo. 

SANT'AGATA DEL BIANCO (CALABRIA). Maria SS. apparve in una chiesa di Milano nella primavera del 1973 al giovane falegname Domenico e lo incaricò di costruire una cappella nella sua terra di Calabria. Domenico eseguì il compito e costruì in Sant'Agata una cappella. Le apparizioni continuarono e presto giunsero molti pellegrini. Mentre erano in attesa dell'apparizione, durante la notte, i fedeli videro molteplici strali luminosi.

MANCHIET-EL-TAHRIR (EGITTO). Un mussulmano, spinto da una pulsione interiore, costruì un altare in gloria alla Madre di Dio nella chiesa di San Giorgio (a 3 km di distanza da Heliopolis). Nonostante costui fosse ancora creden te mussulmano si recava spesso in contemplazione dinanzi a questa statua da lui stesso eretta. Un giorno gli apparve la Santa Vergine che lo guardò silenziosa ma riconoscente. Quando l'apparizione svanì, l'uomo vide una colomba bianca. 

PICOTS (POLONIA). La Santa Vergine apparve per pochi mi­nuti sul campanile della chiesa di Picots (al confine cecoslovacco) con una spada nella mano. Qualche tempo dopo scoppiò un grande incendio nella chiesa, ma miracolosamente la chiesa e il campanile non subirono alcun danno. Si pensò che la Madonna fosse apparsa per preannunciare la sua protezione sulla casa di Dio. 

 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 910 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34  - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 4041 - 42 - 43 - 44 - 4546 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61