Un po’ di tutto per tutti    

          Apparizioni mariane 52

MADRID (SPAGNA). La Madre di Dio apparve a Maria Nieves il 13 maggio, insieme a papa Pio XII: sul suo volto trasparivano i tratti angosciati di paura e di dolore per la sorte del mondo. 

NEW ORLEANS (STATI UNITI). Alla presenza di quasi diecimila fedeli, il 17 e il 18 luglio, fu vista lacrimare una Madonna pellegrina di Fatima in alcune chiese di New Orleans. Padre Bréault e un altro sacerdote attestarono l'autenticità del fenomeno. 

PORZANO (LOMBARDIA). Anche in questo luogo fu vista lacrimare una statua della Madonna di Fatima appartenente a due religiosi, frate Francesco e frate Gabriele dell'Ordine dei frati della misericordia di Gesù. Il 28 e il 29 gennaio, e poi il 2 febbraio, le lacrime che colavano dal volto della statua si cristallizzavano prodigiosamente sul pavimento. 

RAVENNA (EMILIA ROMAGNA). Anche nella chiesa di San Pier Damiani in via Capodistria a Ravenna fu vista lacrimare una statua della Madonna di Fatima. Il fenomeno si manifestò il 7 e poi il 12 settembre. Alcuni scolari che erano nella chiesa furono i primi testimoni: di fronte a quell'evento soprannaturale si genuflessero e iniziarono a pregare. Poi i fanciulli chiamarono tre donne e due frati che videro anch'essi le lacrime. Gli scolari domandarono a Maria perché piangeva, immediata­mente ricevettero la risposta interiore: la Vergine voleva dimo­strare la sua tristezza all'umanità per la decadenza della fede e voleva richiamare la gente alla conversione alla vita cristiana. Il fenomeno soprannaturale della lacrimazione della statua di Maria fu ripetutamente osservato anche in un secondo tempo: il 15 settembre, il 7 e 1'8 ottobre e il 29 aprile. La statua lacrimò ancora nei giorni 26 e 27 maggio 1973. Il 3 novembre 1972 alle ore 13.30, la zona del cuore della statua sanguinò. Era il venerdì del Cuore di Gesù. Il sangue fu analizzato dal laboratorio per la ricerca e le analisi di Padova e dall'Istituto uni­versitario di medicina giuridica della stessa città. Da entrambi gli esami emerse che il campione del sangue era di comune natura umana. Alcuni pellegrini percepirono miracolosi effluvi odorosi. Un frate francescano dichiarò di aver visto, toccato e assaporato queste lacrime che erano simili a tutte le lacrime del mondo. Anche il vicario generale, C. Zanelli, fu testimone di questi fenomeni soprannaturali e asciugò queste lacrime con il tovagliolino del calice. 

TONGERLOO-OPITTER (BELGIO). Josianne Keymis di 11 anni morì nel giorno di Pentecoste del 1972. Alcuni giorni prima della sua morte era stato privilegiato per ben tredici volte dalle apparizioni della Santa Vergine Maria. Precisamente un anno dopo, proprio nella ricorrenza della sua morte, sua nonna fu guarita miracolosamente a San Damiano da una paralisi al braccio. 

CALTANISSETTA (SICILIA). Il giorno 11 agosto in una grotta, chiamata Niscima, nei pressi di Caltanissetta fu vista una statua mariana di Lourdes lacrimare. Da quel momento il fenomeno si ripeté alla presenza di molte persone, perfino di eminenze ecclesiastiche. Nessuna decisione però fu presa in merito al riconoscimento dell'evento soprannaturale. 

ISOLA DI CABRA (FILIPPINE). La Madonna apparve alla dodicenne Belinda Villas e le annunciò una prossima apparizione per il 25 marzo 1968 dinanzi ad altre otto ragazze. Infatti la Madre di Dio apparve alle ragazze nella data stabilita e promise loro la guarigione da tutte le sofferenze. Non possediamo altri dettagli dell'episodio. 

FORT KENT, MAINE (STATI UNITI). Il 23 Ottobre 1968, un ragazzo di dieci anni, Gerald Pelletier, ebbe il privilegio di ricevere l'apparizione di sant'Anna e dell'Arcangelo Michele. 

L'ANSE-AUX-GAXON (CANADA). La Beata Vergine apparve a nove bambini ripetutamente tra il 7 e il 15 ottobre; solo un componente del gruppo, Denise Desbois di 14 anni, sentì parlare la Vergine che disse:«Di' agli uomini che essi devono pregare intensamente se vogliono essere salvati!».Il 15 ottobre si verificarono alcune guarigioni miracolose alla presenza di circa quindicimila persone. 

MILANO. La Santa Vergine Maria insieme a Gesù misericordioso apparve come «Madre dell'amore divino» il 14 marzo, e poi quasi ogni giorno a «mamma Carmela», una vedova di 60 anni. La veggente ha ricevuto anche messaggi che finora non sono stati resi noti. 

GRAY (FRANCIA). Nell’agosto del 1975 cinque persone videro lacrimare una statua della Madonna di Fatima. 

TAMPA (STATI UNITI). Maria SS. apparve ripetutamente alla clarissa Briege McKenna (nata nel 1946 a Newry in Irlanda). Nella notte di Capodanno del 1973 Briege fece questo sogno nel convento delle clarisse di Tampa in Florida: la Madonna si trovava dinanzi a una statua di Maria che teneva un globo nella mano e sorrideva. Poi si girò e passò a suor Briege il globo del mondo nella sua mano sussurrandole qualcosa. La religiosa in quel momento pensò di non poter mai dimenticare quelle parole... Invece al risveglio non ricordava proprio nulla. Quando si riaddormentò, tempo dopo, si ripeté lo stesso sogno.Questa volta sognò di aver lasciato la cappella e vide della gente che, andandole incontro le domandava: «Cosa ha detto la Madonna?». Ancora una volta aveva dimenticato tutto ed era terribilmente delusa. Nel frattempo vide una suora, che era stata con lei nel noviziato, e la tranquillizzò in questo modo: «Briege, io penso di sapere cosa la Madre di Dio ti ha detto..Ha dato al tuo spirito un messaggio non per il presente ma per il futuro. Il globo che ti porse è l'Universo per il quale dovrai viaggiare e diffondere il suo messaggio».Negli anni seguenti, mentre il ricor do del sogno si affievoliva sempre più e pensava sempre meno a questo avvenimento, sentì improvvisamente una chiamata (per mezzo della voce interiore) che la spingeva a recarsi in rue du Bac a Parigi, dove Caterina Labouré aveva avuto gli incontri mistici con la Santa Vergine Maria nel 1830. Più in fretta del pensiero si recò davvero nella cappella e si inginocchiò di fronte alla statua di Maria SS., che questa volta le porse realmente il globo! Così il sogno divenne realtà. La Madonna però nella realtà non le sussurrò nulla all'orecchio, ma trovò nel globo un rotolo di carta contenen te uno scritto con queste parole: «Viaggia e fai di me la Regina del cuore degli uomini che tu incontrerai. Parla nel mondo del mio amore materno e della mia protezione. Il globo è il mondo che tu girerai. Se io sono la Regina del mio popolo, diventerò la Regina del mondo. E ci sarà pace».Poi suor Briege vide un cuore umano inanimato e la S.Vergine che le mostrò una chiave; la veggente infilò la chiave nel cuore inanimato che subito iniziò a pulsare. La medaglia miracolosa sarebbe stata questa chiave; perché apre i cuori umani a Maria, quei cuori senza più vita spirituale che la Santa Vergine voleva destare portandoli a suo Figlio. Da allora suor Briege McKenna iniziò una rapida attività su tutti i continenti, particolarmente tra i preti, gli infermi e i disperati. Migliaia di medaglie furono distribuite e in modo prodi gioso fruttificò la fede tra gli uomini che incontravano il carisma della pia suora. Nel 1958 la mistica ricevette un'istru zione dalla S.Vergine: «Devi recarti a Medjugorje, in questo luogo voglio darti un messaggio per i miei preti. Intrapren derai il viaggio il giorno del Corpus Domini».Infatti,recatasi sul posto,la religiosa apprese il messaggio che poi trasmise ai preti. Questo conteneva la volontà della Madonna affinché i preti si dedicassero di più ai ritiri e agli esercizi spiritua li, e come in particolar modo si doveva stimolare nei giovani l'aspirazione verso la personale santità. Briege Mc­Kenna portò avanti l'incarico affidatole dalla SS. Vergine Maria in modo aperto e diretto, con un ardore spirituale molto forte, guidando gli uomini a Gesù. Ricevette per questo compito i doni carismatici della taumaturgia e della veggenza.  

VILLAFRANCHE-SUR-SAÓNE (FRANCIA). La S. Vergine Maria si mostrò tre volte a Giuseppina Laroche nella sua camera d'ospedale e la invitò a rendere note le apparizioni che aveva avuto nella sua gioventù ma non aveva potuto diffondere (a Trept in Francia). I messaggi contenuti in queste apparizioni della Madonna alla giovane Giuseppina erano incentrati sulle amarezze di Gesù per la diminuzione degli oranti e l'affievolirsi devozionale dei preti. 

ATENE (GRECIA). In alcuni sabati di aprile una donna ebbe il privilegio di ricevere alcune apparizioni della Santa Vergine. Apprese messaggi su vicende che sarebbero accadute in Grecia e in Turchia. Maria SS. raccomandò la preghiera e la costruzione di ospedali. Migliaia di persone affluirono sul luogo dove fu vista lo Vergine Maria. 

CASTEL SAN LORENZO (CAMPANIA).  Nell'appartamento di Luigi Musico fu visto lacrimare un quadro della Madonna il 22 ottobre alle 9 di mattina. Musico chiamò i suoi vicini e il parroco per renderli testimoni dell'avvenimento; tutti insieme stabilirono che effettivamente dai canali degli occhi della Madonna scorrevano lacrime di sangue. Queste lacrime colavano sulla regione del cuore e poi scivolavano ai margini del quadro. Fu costituita una commissione vescovile che subito attestò l'autenticità soprannaturale del fenomeno. Il quadro è rimasto in casa di Luigi Musico in via Roma. Molti pellegrini si recano presso quest'immagine della Madonna per venerarla. 

GUSSAGO (LOMBARDIA). Nell'appartamento del parroco don Faustino Negrini, noto per i suoi esorcismi, fu vista lacrimare una statua della Madre di Dio. 

OLIVETO CITRA (CAMPANIA). Oliveto Citra si trova nelle vicinanze di Salerno; la SS. Vergine apparve nel paese il 24 maggio ad alcuni bambini che stavano giocando. I bambini vedono «la Signora» e chiamano Anita Rio (20 anni). Anch'ella vide l'apparizione e udì queste parole: «Tu mi vedrai solo nella notte!», infatti  era sera inoltrata. La Madonna scomparve dopo pochi minuti. Frattanto la notizia si diffuse in tutto il paese e nei dintorni. In seguito anche altre persone di questo luogo affermeranno di aver avuto delle apparizioni. Il vicario eseguì alcune indagini e registrò su un nastro un brusio strano, simile a un coro angelico. Nell'anno in cui avvenne l'apparizione, si verificarono anche alcune guarigioni miracolose che spinsero gli abitanti di Oliveto Citra a una particolare devozione mariana. 

CARTAGENA (COLOMBIA). Durante la preghiera dinanzi a una statua della Rosa mistica, alcuni fanciulli e adulti videro la statua della S.Vergine lacrimare; 7 testimoni attestarono con la loro firma la veridicità del fenomeno avvenuto il 4 giugno 1984. L'evento miracoloso venne comunicato a Cartagena da suor Giacinta del Colegio de la Anunciacíón.

CHICAGO (STATI UNITI). Nella chiesa di San Giovanni di Dio una statua della Rosa mistica iniziò a lacrimare. Dodici persone e il prete furono testimoni del fenomeno soprannaturale. Il vescovo locale, cardinale Joseph Bernardin di Chicago, si recò quotidianamente in questa chiesa per esaminare il fenomeno. La notizia dell'avvenimento miracoloso si diffuse e subito affluirono in chiesa migliaia di pellegrini per le preghiere serali, come anche altri vescovi e prelati della Chiesa per pregare dinanzi alla Madonna che aveva lacrimato. Una commissione d'indagine fu introdotta per indagare sull'evento mistico. 

POCKING (GERMANIA). Maria apparve a Renate Mross-Urban e le rivelò alcuni segreti e messaggi. Le apparizioni e i messaggi si susseguirono per un certo periodo.  

 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 910 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34  - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 4041 - 42 - 43 - 44 - 4546 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61