Un po’ di tutto per tutti    

          Apparizioni mariane 51

TURZOVKA (CECOSLOVACCHIA). Il guardaboschi Matteo Lasut (nato nel 1916) ebbe il privilegio di vedere, tra il 1° giugno e il 14 agosto, Maria SS. che gli rivelò il futuro della Chiesa e del mondo. Turzovka è situata al bivio di tre paesi: Polonia, Slovacchia e Moravia. In questo luogo, presso la piccola edicola mariana intitolata a «Nostra Signora dell'eterno soccorso», il giorno della domenica della Trinità, l'uomo vide apparire per la prima volta la Santa Vergine che gli trasmise una visione particolare: gli alberi sparirono e al loro posto rimase solo un roseto circolare dove apparve una bellissima Signora che gli indicò che era necessaria la recita fervente del santo Rosario. Sempre nella visione l'uomo notò che mancavano tre traverse dal recinto del roseto. A un albero era esposta l'edicola col ritratto di Maria SS., la Madonna gliela indicò con un cenno della mano. Appena Matteo rivolse lo sguardo verso l'albero, questo scomparve e, dinanzi ai suoi occhi meravigliati, apparve invece una carta geografica del mondo. Il veggente notò che le imma­gini della carta mutavano e si succedevano mostrando diverse situazioni e colori, mentre su una lavagna nera, posta sotto la carta, appariva per ciascun quadro una sorta di commento: «Praticate la penitenza» o «Bisogna essere più attenti alla minaccia del demonio con piogge di fuoco e siccità». L'ultima immagine che apparve sulla carta fu di assoluta bellezza e armonia, come la visione del Paradiso terrestre. Il veggente poté ammirarvi la bellezza del mondo se tutta l'umanità si fosse convertita vivendo secondo i comandamenti di Dio: il sole illuminerebbe tutta la Terra riempiendola di gioia. La natura risplenderebbe di bellezza e di armonia. Poi Matteo vide su tutta l'umanità risplendere l'Immacolata Concezione e sulla lavagna lesse infine queste parole: «Se le nazioni si convertiranno a Dio, vivranno sulla Terra in pace, felícità e armonica bellezza». La visione durò circa tre ore. Quando ebbe fine, egli si senti un altro essere ed era guarito da tutte le sue infermità (reumi, sciatalgia, tosse cronica ecc.). Poi si ricordò che un anno prima aveva ricevuto un'apparizione di una statua di Lourdes che si era animata. A quel tempo aveva temuto che fosse un trucco del demonio. Adesso gli era chiaro che la Madonna era stata fin da allora vicina ed' egli doveva necessariamente pregare. Comprese anche il simbolo delle tre traverse mancanti: la Madonna aveva voluto indicargli tre mancanze da correggere in questo modo: 1. curare e imparare la recita del santo Rosarío; 2. accogliere i sacramenti il più spesso possibile; 3. curare l'amicizia con tutti gli uomini. Nello stesso giorno il veggente fece una visita a tutti i vicini con i quali aveva avuto in passato dei contrasti. Quando questi ultimi ricevettero la visita inaspettata dell'uomo pensarono che non fosse più normale. Il giorno seguente Matteo prese i sacramenti e iniziò una nuova vita nel segno di Cristo. Prima di ritirarsi da quel luogo, la Madonna gli apparve ancora cinque volte nelle seguenti date: il 7 e il 21 giugno; il l ° e il 21 luglio e il 14 agosto. In queste apparizioni Matteo conobbe il silenzio e il calore del Cuore Immacolato di Maria. Nell'ultima apparizione vide la SS. Vergine calpestare il serpente. Per tre mesi il veggente tacque sulle apparizioni. Il 7 settembre si senti autorizzato a narrare per la prima volta la sua esperienza mistica; conseguentemente, numerosi fedeli si recarono in quel luogo in pellegrinaggio. Matteo raccontò e spiegò con grande discernimento il significato di quelle apparizioni e le sensazioni ricevute, poi predisse che sarebbe stato arrestato tre giorni dopo. Infatti il terzo giorno dopo questa profezia l'uomo fu internato come malato mentale. Dopo diversi accerta­menti e inutili pressioni per indurlo a ritrattare tutto quello che aveva dichiarato in pubblico, Matteo fu rilasciato. Nel dicembre del 1958 sul luogo delle apparizioni venne scoperta una fonte sorgiva che era stata indicata al veggente dalla SS. Vergine Maria. Da quel momento iniziò un grande afflusso di pellegrini provenienti anche dall'Occidente. All'inizio le autorità erano contrarie a questo culto devozionale, ma dovettero arrendersi all'inarrestabile ondata di fedeli. Diversi fenomeni soprannaturali si verificheranno ancora in questo luogo di grazia: apparizioni di Maria e di Gesù e in particolare l'apparizione del gigantesco Cuore di Gesù in cielo, il 1° mag­gio 1965. Milleduecento persone testimoniarono lo straordinario evento miracoloso. Nonostante i miracoli e i prodigi soprannaturali, a Turzovka non fu mai eretta una cappella o un santuario. Si potevano vedere solo immagini sacre appese dai pellegrini e altari improvvisati, spesso distrutti dai nemici della fede.

NEUWEIER (GERMANIA). Maria SS. apparve alcune volte a Erwin Wiehl, a sua moglie e a suor Maria nella cappella di Fatima nel bosco non distante da Neuweier.Il 16 aprile 1960 i tre fecero una gita e improvvisamente scorsero un cartello con la scritta: «Per la Cappella di Fatima»; seguirono quest'indicazione e giunsero a una grande statua di Fatima che mostrava un viso triste. I tre si sedettero su una panchina all'aperto all'ingresso della cappella solitaria e recitarono il Rosario. Improvvisamente suor Maria vide la statua della Madonna lacrimare, le lacrime infine divennero di sangue. La signora Wiehl non vide il sangue. Tutti e tre notarono il movimento delle labbra della statua, solo suor Maria udì pronunciare le parole: «Sono stata molto contenta che abbiate seguito la mia chiamata. Mi sento molto triste poiché mi trovo sempre nella solitudine di questo bosco. Gli uomini mi hanno posto in questo luogo per onorarmi nella loro grande necessità poi, appena cessato il pericolo, mi hanno dimenticata. Voi dovreste ritornare sempre e pregare vicino a me perché io sono la Madonna delle grazie. Se verrete spesso sarete sempre protetti, voi e tutta la comunità dei dintorni. Ritornate!».Suor Maria vide allora la figura luminosa della Santa Vergine levitare sulla statua mentre la cappella veniva avvolta da un magnifico splendore. La Madre di Dio le apparve in quel momento come un essere vivente. Quando suor Maria volle vedere dove era gocciolato il sangue, la Madonna le disse: «Gli Angeli hanno raccolto le mie gocce di sangue».Immediatamente dopo la veggente vide due Angeli con i calici e la statua sorridere. Il signor Wiehl aveva notato allo stesso tempo solo il cambiamento sul volto della statua. Il 1° maggio ritornarono alla cappella nel bosco e di nuovo videro Maria SS. che sorridendo disse: «Venite spesso qui da me! Io sono la Madre della grazia, la guarigione dei malati, il rifugio dei peccatori, la consolazione degli afflitti. Chiamatemi e io vi solleverò. Io voglio che la gente si rechi qui in pellegrinaggio in processione. Ritornate di nuovo alla fine del mese e io vi porterò una grande benedizione».Il 25 maggio ebbero un'altra apparizione e Maria SS. disse: «Io vi trasmetto la benedizione della Trinità di Dio». All'inizio di giugno la Madre divina disse ancora a suor Maria: «Vai dal parroco di Neuweier e comunicagli tutto». Quello stesso pomeriggio, si recò dal parroco che ascoltò tutto pazientemente e promise di far presto una visita alla cappella se avesse ricevuto tutto per iscritto. Suor Maria consegnò una relazione scritta al parroco che purtroppo morì dopo poco. Le relazioni in possesso di quest'ultimo non furono più ritrovate e trascorsero dieci anni senza che nulla venisse fatto. Quando il signor Wiehl scrisse ancora al vescovo competente, questi non garantì un'indagine. Frattanto alcuni devoti avevano formato un gruppo di preghiera che recitava, nella cappella parzialmente rinnovata, il santo Rosario per il Cuore di Gesù. Il gruppo di fedeli si riuni­sce ogni domenica alle 14.30 nella cappella di Fatima nel bosco. Finalmente la Madre della grazia non è più sola. 

HEMPSTEAD (STATI UNITI). Nella chiesa di San Paolo tre quadri di Maria SS. furono visti lacrimare per dodici mesi. Migliaia di fedeli e il parroco della comunità testimoniarono la veridicità dell'apparizione. 

BUDAPEST (UNGHERIA).La Madonna apparve ripetutamente a Elisabetta Kindelmann, nata a Szànop (+ 1985), madre di sei figli, facendole dono delle «Rivelazioni dell'amore immacolato» che deve accendere l'amore divino e per il prossimo. Le rivelazioni si manifestarono a Elisabetta nel periodo che va dal 1961 al 1974. La veggente scrisse le sue esperienze in un Diario nel quale possiamo leggere: «Negli anni 1961-62 è iniziato questo discorso interiore. In questo tem­po non scrissi nulla. Iniziai a scrivere quando il Signore mi spinse a farlo... Quando l'amato Salvatore conduce con me brevissimi discorsi io li trascrivo parola per parola... Altre volte, invece, se il discorso sci­vola tutto nella mia coscienza mi è impossibile metterlo per iscritto... Comunico al mio direttore spirituale quello che sento!». Il Diario di Elisabetta, spesso senza data, contiene diversi pensieri, ispirazioni, relazioni delle visioni, dei messaggi e delle esperienze mistiche. Il principale autore dei messaggi fu Gesù, ma anche la Santa Vergine si rivolse a Elisabetta e si lamentò dei moltissimi peccati dell'umanità. Inoltre la Madonna le disse che la fiamma del suo Cuore Immacolato avrebbe salvato e aiutato il popolo ungherese perché santo Stefano e i santi d'Ungheria avevano interceduto per esso.

LADEIRA DO PINHEIRO (PORTOGALLO). Maria de Conceigao Mendes Horta di 35 anni soffriva di leucemia il 18 febbraio 1962 ricevette un'apparizione della Santa Vergine Maria che la guarì miracolosamente. La Madonna le apparve su una nuvola di fuoco vestita di bianco con un manto azzurro e una corona di stelle. Solo la nuvola di fuoco fu vista da moltissime persone. Il 7 maggio del 1962 apparve alla veggente anche l'Arcangelo Michele che le diede la santa comunione. La veggente ricevette anche altri segni e miracoli celesti come visioni di santi e fenomeni eucaristici (l'ostia sanguinante). 

SKIEMONIAI (LITUANIA).La Madonna apparve il 13 e il 14 luglio a una ragazza diciottenne, Frances Macvys, su un campo e le disse: «Io salverò l'umanità dalla catastrofe finale, se il mondo si convertirà alla devozione». 

SAIGON (VIETNAM). Dal 1963 si manifestarono alcune apparizioni di Maria SS.ma un convento alla periferia cittadina. In queste apparizioni la Madonna inviò anche un messaggio di pace: «La volontà di Dio è quella di donare la pace, ma solo se viene praticata la preghiera e l'amore per il prossimo». 

CONCHAR, GRANADA (SPAGNA). Maria SS. apparve più volte a una donna di quarantacinque anni, Dolores O.D.Il 17 ottobre apparve a Dolores in una veste marrone con il Bambino Gesù ricoperto di piaghe e le spiegò che i peccati dell'umanità avevano ferito Gesù. 

FRIBURGO (SVIZZERA). La Madonna apparve a una veggente sconosciuta con il titolo di «Regina dell'universo». Le affidò diversi messaggi per l'umanità e l'esortò alla recita quotidiana del santo Rosario, inoltre predisse avvenimenti futuri. La veggente ricevette anche due apparizioni mariane a Lourdes e poi ancora altre fino al l° gennaio 1968. Nell'anno 1973 (3 ottobre e 24 novembre) la veggente ebbe il privilegio di ricevere alcune apparizioni di Gesù Cristo. 

LOTTICH (BELGIO). Una donna, chiamata Margherita, ricevette per alcuni anni messaggi della Madonna e di Gesù Cristo che verranno raccolti nel libro Il Messaggio dell'Amore misericordioso alle piccole anime. Conseguentemente alle manifestazioni soprannaturali sarà fondata la Legione delle piccole anime con sede a Chèvremont. 

PARIGI (FRANCIA). La Santa Vergine Maria apparve insieme a Gesù a Parigi, consecutivamente per nove anni, a una persona giovane rimasta sconosciuta e le diede messaggi dal contenuto insolito. Si mostrò vestita di bianco su una nuvola con un cuore pieno di strali luminosi. Si rivelò come «Madre del Salvatore» oppure «Madre della verità». Nel 1974 la veggente lasciò Parigi ed entrò in un Ordine religioso. 

AYN EL DELB (LIBANO). Maria SS. apparve alla ragazza quattordicenne Wardi Mansoer il 31 marzo 1966 e poi ancora altre volte, per affidarle messaggi profetici. 

KLAGENFURT (AUSTRIA). La Madre di Dio apparve ad Antonia Lamberger pregandola di fondare l'«Esercito del sangue prezioso», guidato da Maria come «Regina del sangue prezioso», per esortare il mondo alla penitenza e alla conversione. La Signora Lamberger nacque nel 1905 a Feldkirchen ed ebbe fin da bambina esperienze mistiche profonde (durante la prima comunione aveva ricevuto manifestazioni di fenomeni luminosi, visioni di Maria e Gesù e aveva ricevuto il privilegio dell'unione mistica con Cristo), per mezzo delle quali divenne un'anima espiatrice che doveva operare celatamente. Anche 1'«Esercito del sangue prezioso» è un'organizzazione che opera nella riservatezza; con la preghiera e il sacrificio salva innumerèvoli anime influenzando positivamente il piano salvifico di Dio per il mondo. 

LENDINARA (VENETO). Nel convento dei padri olivetani di Lendinara fu visto lacrimare un quadro della «Madre dei dolori» (Madonna del pilastrello), il 1° febbraio 1972.  

VERCELLI (PIEMONTE). La Madonna apparve a un uomo di trentacinque anni per dargli istruzioni per la lettura della Bibbia; allo stesso tempo Maria SS. apparve anche al parroco locale in circostanze non note. 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 910 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34  - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 4041 - 42 - 43 - 44 - 4546 - 47 - 48 - 49 - 50 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61