Un po’ di tutto per tutti    

      Apparizioni mariane 4

FIRENZE. Sant'Antonio Pierozzi (1389-1459), padre domenicano e vescovo di Firenze, scrisse 46 prediche sulla Santa Madre e predicò instancabilmente la pratica devozionale del culto di Maria. Prima della sua morte il santo ricevette la grazia di un'apparizione della Madonna e protetto sotto il suo manto morì. La leggenda agiografica vuole che quando vide la Madre di Dio egli domandò: «In quale modo avrei potuto lodarti meglio?». Fu canonizzato nel 1523.

LIMBURGO (GERMANIA). Nella città di Limburgo nel 1985 alcune persone testimoniarono di aver visto scorrere lacrime di sangue da una statua della Rosa mistica. Non ci sono noti altri particolari.

ALBENDORF (POLONIA).   Nella Slesia (nella parte polacca) si trova il santuario di Albendorf; luogo noto anche come «la Gerusalemme slesiana». L'origine della storia che portò allo sviluppo del pellegrinaggio risale al XIII secolo: la Vergine Maria apparve nel castello Rathen-Albendorf a un nobile cavaliere. In seguito all'avveni mento mistico costui fece intagliare nel legno una statua di Maria di circa 27 centimetri simile all'apparizione ricevuta; la statuetta fu poi collocata vicino a un tiglio. Trascorso un certo tempo un cieco si fece accompagnare in quel luogo per venerare la statua, dinanzi alla quale si fermò devotamente a pregare. Improvvisamente, mentre pregava con intenso fervore, riebbe il dono della vista. Diffusasi la notizia del miracolo, accorsero spontaneamente molti devoti per rendere omaggio alla statuetta della Madonna. I pellegrini costruirono una chiesetta di legno come luogo di culto, poi nel 1512 un nobile fece erigere una chiesa di pietra e fece portare la statua all'interno. Il pellegrinaggio continuò a svilupparsi sempre più. Nel secolo XVII, Daniele di Osterberg, oltre a tratteggiare i luoghi della Vita e della dolorosa Passione di nostro Signore Gesù Cristo ritrasse anche questo posto, ispirato dalla caratteristica posizione tra le montagne. Egli volle dare a questo ritratto il titolo di Gerusalemme slesiana. Nel 1723 la chiesa di questo luogo, rinnovata e ingrandita, venne elevata a basilica e in alcuni periodi contò annualmente la visita di oltre 150.000 pellegrini. 

CRACOVIA (POLONIA). Nel 1512, sette luci apparvero improvvisamente intorno a un antico dipinto della Madonna posto esternamente alla chiesa dei carmelitani. Dopo un incendio sviluppatosi nel convento, il dipinto prodigioso fu trovato intatto. Inoltre, ogni volta che lo si voleva restaurare, rigettava i nuovi colori. Nel 1634 i colori e i tratti del volto della Madonna furono visti mutare. Popolarmente questo ritratto è conosciuto come «icona miracolosa». 

CAMOGLI (LIGURIA).   Secondo la tradizione mariana la Santa Vergine apparve a una ragazza in questo luogo e la pregò per la costruzione di una chiesa e un convento. Prima che questo desiderio della Madonna fosse ascoltato e creduto dai fedeli trascorse molto tempo. Solo nel 1634 fu eretta una chiesa nuova vicino al convento dei serviti. La chiesa con la statua della Madonna fu consacrata e affidata alla custodia di questi ultimi. Nel 1817 1a statua di Maria SS. fu incoronata da papa Benedetto XV. 

CATIGNAC (FRANCIA). Il dieci di agosto del 1519 sulle colline di Vardaille apparve Maria accompagnata dall'Arcangelo Michele e san Bernardo. La Vergine espresse a uno sprovveduto agricoltore, Jean de la Baume, il desiderio di un santuario dove potesse concedere le grazie a tutti coloro che vi si fossero recati a pregare. Per questa ragione la Madonna volle essere chiamata «Nostra Signora delle grazie». Nello stesso anno fu posta la prima pietra per la fondazione della chiesa, due anni dopo papa Leone X ne approvava il culto e il pellegrinaggio. 

TARBES (FRANCIA). Nel 1520, in un paese vicino a Tarbes, una pastorella ebbe un'apparizione di Maria. La Madonna le espresse con molta grazia il desiderio di veder lì costruita una chiesa in suo onore. Incaricò la ragazza di raccontare quest'apparizione agli abitanti e alle autorità del villaggio affinché potessero mettere in pratica la richiesta. La ragazza pregò la Madre di Dio di sorvegliare le pecore finché essa non fosse ritornata col padre e alcuni testimoni. La Beata Vergine acconsentì alla richiesta della pastorella e ben sorvegliò il gregge. Dopo qualche tempo il padre giunse con alcune persone e sua figlia; la Madonna si mostrò loro per un breve attimo e poi disparve. Animati dall'apparizione, con molto fervore, queste brave persone diedero l'avvio alla costruzione. Così anche in questo luogo fu costruita una chiesa in devozione alla SS. Vergine dove fu venerata con il titolo di «Nostra amata Signora della guarigione». 

MANRESA (SPAGNA).    Sant'Ignazio di Loyola (1491-1556), che in gioventù fu ufficiale del viceré spagnolo di Navarra, fu ferito in una battaglia. Nell'autunno del 1521, durante la sua convalescenza nel castello di famiglia dei Loyola, entrò in contatto con il mondo celeste: in quel periodo di isolamento iniziarono a formarsi nella mente del giovane soldato le prime idee di prodezze mistiche; dalle prodezze cavalleresche iniziava a passare a quelle religiose. Una notte, mentre era ancora sveglio, vide chiaramente un'immagine silenziosa della Santa Vergine con il Bambino Gesù. Egli ebbe ancora simili apparizioni nel marzo del 1522 e nel febbraio 1523. Le apparizioni e le visioni lo colpirono così profondamente che gettarono una nuova luce sulla sua vita. In questo periodo di fervore mistico, Ignazio fu trasportato nella «sua verità interiore e spirituale», nella quale presero forma per la prima volta i suoi futuri Esercizi. Il suo cuore si apriva completamente al servizio di Dio. Dopo la guarigione si ritirò in solitudine a Manresa, poi fece un pellegrinaggio in Pale­stina e successivamente si diede agli studi di filosofia e teologia a Barcellona, Alcalà, Salamanca e Parigi. Nel 1537 fu ordinato sacerdote e si dedicò alla fondazione della Società di Gesù (gesuiti), che pose interamente al servizio del papa (Paolo III). Dalle biografie e dai Diari di sant'Ignazio di Loyola apprendiamo che le apparizioni della SS. Vergine Maria e di nostro Signore Gesù Cristo sarebbero state nella sua vita frequenti. 

MARIA-RICKENBACH (SVIZZERA). Zumbúel von Buren del Nidwalden, un bracciante agricolo, salvò dai riformisti protestanti una statua della SS. Vergine. La portò prima a casa e poi, in estate, la pose nel cavo di un acero sull'alto pascolo. Quotidianamente le dedicava le sue preghiere e le mostrava la sua devozione. Venuto l'autunno il bracciante, che doveva condurre il bestiame a valle, voleva prendere la statua con sé, ma con sua grande meraviglia dovette constatare che era impossibile rimuoverla dal suo posto. Resosi conto dell'impossibilità della cosa e del fenomeno insolito, chiese consiglio ad  un prete. Il religioso, al quale von Búren si era rivolto, scorgendo in questo il simbolo della volontà della Madonna di voler donare le sue grazie in quel luogo, consigliò di costruirle una cappella sulla montagna di Nidwalden. Ancor oggi il pellegrinaggio diretto a Maria-Rickenbach resta molto attivo. 

SENS, BORGOGNA (FRANCIA). Nell'anno 1529 imperversava la peste. L'epidemia aveva contagiato molte città e tutti i fedeli fortemente preoccupati si rivolsero alla Madre di Dio, supplicandola per la guarigione dei malati e la cessazione del male. Nella città di Sens la preghiera di tutta la popolazione fu particolarmente fervente e piena di vero slancio devozionale. La tradizione di questa città vuole che durante una santa Messa, nella chiesa principale della cittadina, apparve in un'intensa luce celeste la Santa Vergine Maria circondata da molti Angeli: quest'apparizione diede agli oranti rinnovato vigore e forti speranze. Subito dopo l'epidemia si arrestò miracolosamente

GUBEL (SVIZZERA). Durante le guerre di religione svizzere, nelle notti dell' 11 e del 23 ottobre, Maria SS. apparve ai soldati cattolici sul monte Gubel e rinnovò il loro vigore. Animati da quest'apparizione, ottennero la vittoria. In ricordo di queste due apparizioni e della battaglia vittoriosa, venne eretta una cappella sul monte Gubel che fu consacrata nel 1559. Il santuario fu curato da alcuni eremiti fino all'anno 1647, poi ne assunsero la custodia i cappuccini che frattanto avevano fondato li vicino un convento.

WESEMLIN, LUCERNA (SVIZZERA). Quando la Svizzera 1531 cattolica era seriamente minacciata dai riformatori della Svizzera dell'est, su una collina nei paraggi di Lucerna questi avevano distrutto una cappella e un ritratto di Maria. In questo luogo il consigliere comunale, Maurizio von Mettenwyl, vide la Madonna circondata da una luce celeste e avvolta di strali, ai suoi piedi era la luna. La Madre di Dio appariva incoronata e portava Gesù Bambino sul braccio sinistro mentre nella mano destra aveva uno scettro. Di fronte a questa maestosa apparizione l'uomo rimase sconvolto e cadde in ginocchio, promettendo di ricostruire la cappella e di rimettere il ritratto di Maria al suo posto, così come Ella era apparsa. La sera successiva, avendo udito questa storia, si riunirono sul luogo dell'apparizione molte persone a prega re. Allora la Beata Vergine apparve ancora una volta a tutti, senza corona; due Angeli giunsero e la incoronarono come «Regina degli Angeli». Tutti i fedeli che erano stati testimoni di quest'apparizione rimasero molto commossi e consola ti; pregarono Maria di aiutare il piccolo esercito cattolico contro la grande minaccia riformista degli zurighesi. Quando dopo poco tempo il cantone cattolico fu liberato dalla minaccia protestante, i fedeli, in segno di gratitudine verso la Beata Vergine Maria, eressero di nuovo la cappella sulla collina di Wesemlin. In questo luogo vennero elevate dai fedeli spontaneamente nuove preghiere alla SS. Vergine, dapprima sconosciute. I cappuccini curano la cappella dal 1588. 

CLUNY (FRANCIA). L’abate S.Ugo di Cluny (1024-1109) fu il grande riformatore dell'Ordine benedettino. Costruì la gigantesca chiesa a 5 navate il cui altare maggiore venne consacrato da papa Urbano Il. Un giorno l'abate raccontò ai suoi monaci la storia di un uomo che aveva ricevuto un'apparizione della SS.Vergine durante la notte di Natale (1060) : Maria gli era apparsa con un volto radioso d'amore mostrandogli il Bambino Gesù tra le sue braccia; il Bambino gli aveva rivelato i misteri e i simboli profondi della festa di Natale e aveva scacciato Satana da lui. Dalla narrazione i monaci capirono che l'abate stesso era stato il protagonista ignoto di quest'avvenimento mistico.  

ESPAIN (FRANCIA). Sant'Alberto (+1095), come narra la tradizione, ebbe la grazia di ricevere un'apparizione di Gesù con sua Madre (1060), la Regina del Cielo. Spinto da quest'apparizione e in segno di gratitudine per la Madre di Dio, si dedicò alla vita religiosa e fondò l'abbazia Pontida, nelle vicinanze di Bergamo.  

WALSINGHAM (INGHILTERRA). Il santuario di Walsingham ha la sua origine nella seguente tradizione: la distinta vedova Richeldis ebbe una visione in sogno, nella quale venne trasportata a Nazaret e vide la casa di Maria (1061). Entrata nella Santa Casa, la donna fu accolta dall'Arcangelo Gabriele che le diede l'incarico di costruire una cappella a Walsingham a imitazione di quella Casa. Fece erigere la cappella dove fu posta una statua della Madonna simile a quella di Loreto. Durante la Riforma, Walsingham fu un centro di resistenza del cattolicesimo. Nel 1934 il cosiddetto movimento di Oxford eresse un nuovo santuario con la cappella della Santa Casa all'interno proponendo pellegrinaggi che ebbero un continuo sviluppo. Ancor oggi avvengono in questo luogo molte conversioni e guarigioni.  

LEON (SPAGNA).    Maria SS. apparve nel 1506 a un pastore affidandogli l'incarico di recarsi dal vescovo e dirgli che avrebbe dovuto far erigere una chiesa in suo onore nel luogo in cui era apparsa. La chiesa fu eretta e venne affidata prima agli agostiniani, poi ai domenicani e dal 1518 ai francescani. 

ANDERLECHT (BELGIO). Una donna molto devota ebbe il privilegio di ricevere un'apparizione della Madonna che si manifestò a lei come «Signora della grazia». 

 

 

   

 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 3- 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 1011 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24  - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35  - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 4142 - 43 - 44 - 45 - 4647 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61