Un po’ di tutto per tutti    

      Apparizioni mariane 3

CORBIE (FRANCIA) S.Anscario nacque nell'anno 801 in Piccardia, vicino a Corbie. Negli anni giovanili gli apparve la SS. Vergine Maria che lo esortò a dedicare la sua vita terrena al servizio del cattolicesimo. Anscario accolse fervida mente questa esortazione e svolse per tutta la sua vita un'intensa azione di apostolato specie nei paesi scandinavi. Fu insegnante alla scuola conventuale di Corvey, monaco benedettino, vescovo di Amburgo (dall'anno 831) e Brema (dall'anno 845). Fu tra i primi evangelizzatori della Svezia e della Danimarca e, dall'anno 827, venne conosciuto come «l'apostolo del Nord». Nel 852 Anscario convertì re Olaf di Svezia alla fede cattolica favorendo così la diffusione del cattolicesimo in queste terre. Papa Gregorio IV lo nominò legato della Santa Sede per tutta la Scandinavia. Spesso si ritirava in un convento a meditare, ma fu anche molto attivo nei compiti caritativi e spirituali. Morì a Brema nell'865. 

TOLOSA (FRANCIA).  Il santo arcivescovo di Tolosa, Gondisalve, ricevette la grazia di alcune apparizioni della Santa Vergine Maria. Una volta, durante la celebrazione di una santa Messa, la Madre di Dio gli apparve e gli espresse il desiderio della diffusione della dottrina dell'Immacolata Concezione e l'istituzione di una festa corrispondente. Gondisalve dedicò a questo compito tutto il resto della sua vita.  

HERFORD (GERMANIA).  Un mendicante che passava davanti a un monastero femminile improvvisamente si sentì chiamare per nome, si voltò e vide, con sua grande emozione, la Santa Vergine Maria! La Madre di Dio lo tranquillizzò con il segno della croce, poi dopo averlo benedetto gli affidò l'incarico di recarsi al monastero con un messaggio di penitenza e conversione. La Madonna mandò inoltre a dire che a prova di questa apparizione si sarebbe vista una colomba bianca sulla croce di legno eretta dal mendicante davanti al convento. La badessa e le suore si convinsero dell'autenticità del messaggio quando videro la colomba bianca posarsi sulla croce. Sul luogo dell'apparizione fu poi eretta una chiesa, consacrata nell'anno 1011 dal vescovo di Paderborn, con il nome di Nostra amata Signora della croce. Herford divenne una famosa meta di pellegrinaggio.  

ATHOS (GRECIA). Alla fine del VII secolo, nel 681, Pietro l'Aghiorita  si stabilì sul Monte Athos.Era un greco che fu soldato alla corte imperiale di Costantinopoli. Dopo essere stato prigioniero degli Arabi si votò alla vita monastica e si recò a Roma. Una notte sognò la Beatissima Vergine Maria che gli disse che il Monte Athos sarebbe diventato un centro monastico e in forza di tale visione, si recò sulla santa montagna dove visse per 53 anni, fino alla sua morte, in una grotta. Abramo, che nel 952 prese il nome di Atanasio detto l'Atonita, è considerato il fondatore del monachesimo cenobita sul Monte Athos; egli nacque nel 925-30 ca. a Trebisonda sulle rive del Mar Nero. Nel suo lungo soggiorno di studi a Costantinopoli ebbe l'occasione di stringere amicizia con i fratelli Niceforo e Leone Foca. Nel 957, sotto uno pseudonimo, Atanasio si stabilì sul Monte Athos presso un vecchio eremita. Visse in un primo tempo come eremita e dovette affrontare pesanti tentazioni. Un giorno gli apparve la Vergine e lo sollevò da queste pene, recandogli consolazione ed esortandolo a non lasciare il Monte e a non venir meno alla sua vocazione monastica. Animato da quest'apparizione, Atanasio si dedicò con maggior fervore a comprendere il significato della sua missione spirituale. Tempo dopo, sostenuto dall'imperatore, l'Atonita poté fondare "la Grande Laura" e divenire il primo superiore di questo convento, la cui regola fu concepita secondo quella benedettina.  

COLONIA (GERMANIA). La Santa Vergine Maria apparve al decano Hermann von Bonn. In quest'apparizione, lo ispirò a diventare arcivescovo di Colonia, succedendo a Bruno I. Purtroppo egli si lasciò traviare e fu deposto.  

COLONIA (GERMANIA).  Sant'Eriberto di Colonia (970-1021) fu consigliere e cancelliere del re Ottone III. Dal 999 fu arcivescovo e ricevette dalla Madre di nostro Signore Gesù Cristo, che gli era apparsa, l'incarico di fondare un convento a Deutz, vicino a Colonia. Eriberto assolse l'incarico facendo costruire in questo luogo un convento benedettino, la cui chiesa fu consacrata il 3 maggio 1019. Il convento venne più volte distrutto e sempre ricostruito. L'arcivescovo Eriberto riposa in questo luogo (chiesa parrocchiale di Sant'Eriberto).  

VALENCIENNES (FRANCIA). Maria apparve a un eremita nelle vicinanze di Valenciennes, affidandogli l'incarico di richiamare la popolazione al digiuno e alla preghiera, poiché nella città imperversava la peste. Gli abitanti di Valenciennes risposero all'appello con grande fervore. La sera seguente, apparve ai cittadini la Santa Vergine con molti Angeli che stese intorno alla città un cordone per fermare la peste e dimostrare la sua protezione. Inoltre Maria implorò gli abitanti di tenere una processione per il giorno seguente. Infatti, per eseguire la volontà della Santa Vergine, l'8 settembre, festa della nascita della Madre di Dio, una processione formata da una moltitudine di persone si snodò per un giorno intero per le strade cittadine. Subito la peste cessò improvvisamente d'imperversare. Per commemorare quest'avvenimento, ogni anno nello stesso giorno della ricorrenza, a Valenciennes, si tiene una processione. La fondazione della Fratellanza di Nostra Signora del cordone si richiama a quest'avvenimento. 

CHAMPAGNE (FRANCIA). Maria SS. apparve in sogno a santa Ermengarda, che in quel tempo aspettava un bambino, e le depose nella mano un anello d'oro dov'erano incise le seguenti parole: «O Ermengarda! Il bambino che tu porti nel ventre deve diventare il mio sposo!». Infatti il figlio di Ermengarda, san Roberto (1027-1111), divenne monaco benedettino. Egli fondò il convento di Molesme (1075) e, insieme con sant'Alberico nel 1098, il convento di Citeaux - Cistercium - (dove sorse l'Ordine dei cistercensi). Il culto della Beata Vergine Maria ha assunto per quest'ordine un significato particolare.   

CHARTRES (FRANCIA). San Fulberto (960-1028), che è conosciuto come fervente devoto al culto mariano, guarì da una grave malattia dopo un'apparizione (1026) della Santa Vergine. In segno di gratitudine fondò la famosa cattedrale di Chartres (che fece anche ricostruire dopo un incendio nel 1020). Fulberto, nella sua gioventù, fu allievo di Gerberto di Aurillac (papa Silvestro Il) e divenne uno dei più importanti teologi del suo tempo.  

SOPETRAU (SPAGNA). Alì, figlio del re mussulmano di Toledo, un giorno, guardando su un albero di fico, vide in una luce celeste la Santa Madre (1050). Toccato dall'avvenimento soprannaturale, abbracciò la fede cristiana, si recò in pellegrinaggio a Roma e al suo ritorno fece erigere una cappella sul luogo della apparizione. Alì, inoltre, fece dipingere un ritratto di Maria SS. come gli si era mostrata. La cappella divenne meta di pellegrinaggio.  

BETREN (GERMANIA). Alcuni contadini, che lavoravano in campagna vicino a un fiume, videro una statua di Maria galleggiare sull'acqua. Essi accorsero sulla riva attratti dalla novità e dal fenomeno curioso perché la statua andava controcorrente; la presero e la portarono alla cappella di Lethe. Il ritratto era una Pietà del XIV secolo. Mentre attraversavano il villaggio di Bethen per raggiungere Lethe, le ruote del carro si bloccarono e fu impossibile proseguire. I contadini compresero che era certamente un segno della Vergine Maria per manifestare il desiderio di restare in quel luogo. Allora fecero costruire una cappella dove il carro si era bloccato. In conseguenza a quest'avvenimento si sviluppò un intenso pellegrinaggio. Ancor oggi si conta in questo luogo un'affluenza di oltre centomila pellegrini all'anno. 

NAPOLI. Era il lunedì di Pasqua del 1450 quando un giovane, adirato per aver perso al gioco di «palla e maglio», scagliò la palla di legno contro un'edicola mariana posta sul ciglio della strada. Dal volto della Madonna sgorgò del sangue. La gente, che era presente all'accaduto, presa dalla forte rabbia appese all'albero il ragazzo che però ricadde a terra illeso. Secondo la legge terrena il ragazzo fu assolto. La notizia si diffuse rapidamente, il ritratto con il sangue, di cui ancor oggi si vedono le tracce, divenne il punto centrale di attrazione del pellegrinaggio di massa. In seguito, intorno a questo quadro di Maria, si manifestarono altri miracoli che sono documentati sulle tavole votive. Nel 1593 venne costruito il prestigioso santuario di Madonna dell'Arco dove si possono vedere le numerose tavole votive. 

BETHARRAM, PIRENEI (FRANCIA). Alcuni fanciulli scoprirono nella zona di Betharram, nei Pirenei francesi a ovest di Lourdes, una statua luminosa della Madonna. La storia appartiene alla tradizione locale ed è ben attestata: una bambina, durante un'escursione, si distaccò da altri fanciulli per cogliere dei fiori sulla riva del torrente di Gave. Voleva farne omaggio a Maria SS., ma cadde nel fiume e fu salvata dall'intervento miracoloso della Madonna che era frattanto apparsa ai fanciulli. Parecchie persone si recarono sul luogo dell'avvenimento per pregare la Madonna. Per anni la zona fu meta di numerosi pellegrinaggi che si interruppero in seguito agli avvenimenti della vicina Lourdes. 

BOLOGNA. Santa Caterina Vigri di Bologna (1413-1463), dopo il suo ingresso nell'Ordine delle clarisse nel 1432 a Ferrara, fu benedetta spesso dalle apparizioni mariane. Poi dal 1456 visse come badessa a Bologna. Nella notte di Natale del 1450 le apparve la Madonna con il Bambino Gesù stretto tra le braccia, poi ancora una volta Caterina vide Maria accompagnata da Santi e Angeli in coro o con arpe. Nelle Sette armi spirituali la mistica descrisse le sue esperienze. Fu pittrice e poetessa, compose inni latini e italiani. Il suo corpo riposa incorrotto ed è esposto al culto devozionale nella cappella del convento delle clarisse a Bologna. Fu canonizzata nel 1712. 

LISBONA (PORTOGALLO). Nei dintorni di Lisbona fu notato nell'oscurità della notte un bagliore luminosissimo. Contempo­raneamente la Madonna apparve a un cristiano prigioniero degli arabi, Pietro Martinez, chiedendo l'erezione di una chiesa a lei dedicata. Lo liberò inviandolo con quest'incarico a Lisbona dove appariva la luce. L'uomo liberato si recò dove si mostrava la miracolosa energia luminosa. Giunto sul luogo, trovò una statuetta di Maria SS. ricoperta di una vestina bianca di seta. La statuetta era fatta di un materiale sconosciuto che irradiava la forte luminosità. La tradizione vuole che la statua sia acheropita, ossia non fatta da mano d'uomo, ma di origine miracolosa. Poco tempo dopo, riconosciuto il fenomeno miracoloso dalle autorità ecclesiastiche, venne posta la prima pietra di una chiesa alla presenza del vescovo di Lisbona, Noqueria, e del re del Portogallo. Questa chiesa fu consacrata nel 1453, alla presenza del re Alfonso V, a «Nostra Signora della luce». 

NEUKIRCHEN (GERMANIA). Susanna Halada era una contadina che portò in salvo una statua della Santa Vergine Maria dalla Boemia alla Baviera. Nascose il sacro oggetto in una cavità di un tiglio non molto distante da Regensburg. Nel 1450 un ussita fanatico trovò la statuetta e la gettò in una pozzo. Miracolo­samente la statua riprese il suo posto. Per tre volte si ripeté la stessa scena; infine 1'ussita esasperato prese a sciabolate il capo della statuetta che subito sanguinò. Di fronte a quel fenomeno soprannaturale il fanatico tentò di scappare, ma il cavallo non voleva muoversi a nessun costo. Allora, tremando di paura, si inginocchiò dinanzi a Maria sanguinante e le chiese sinceramente perdono. L'ussita, poi convertitosi, tornò numerose volte sul luogo dell'accaduto come pellegrino. 

MATRAVEREBÉLY-SZENTKIST (UNGHERIA). Una leggenda locale narra il seguente fenomeno miracoloso: un pastore muto ebbe il privilegio di vedere la Beata Vergine che gli mostrò una fonte di acqua sorgiva. Il pastore fiducioso si recò a questa fonte e si bagnò, subito dopo poté parlare. In un documento dell'epoca si può apprendere che in questo luogo avvennero anche altre guarigioni di questo tipo. 

 

HomeElenco generalePag.1 - 2 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 1011 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24  - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35  - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 4142 - 43 - 44 - 45 - 4647 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61